La SBAGLIOGRAFIA di Holga -

Scatti effettuati con Holga 120N e pellicola Ilford HP5
Sbagliografia è un eccellente neologismo usato anche da Michele Smargiassi (La Repubblica), proprio a propositi delle fotocamere Holga, in un suo video, reperibile su Repubblica.tv http://video.repubblica.it/rubriche/fotocrazia/reptv-news-smargiassi-addio-holga-scatti-ed-errori-irripetibili/222316/221547
Viene definita la regina della sbagliografia: fatta di plastica e con poche funzioni, la macchina fotografica Holga inventata da Lee Ting-Mo negli anni '80 per i lavoratori cinesi più poveri divenne invece la passione di snob e hypster d'Occidente.
Una macchina che non sbaglia mai allo stesso modo: infiltrazioni di luce, distorsioni delle forme, alterazioni di colore. Tutti difetti che hanno reso ogni immagine unica, immagini sbagliografiche più che fotografiche. ma dall'indubbio fascino.
Ora la sua produzione è finita e quindi rimangono in vendita, e non si ancora per quanto, solo le ultime giacenze di magazzino

loading